ONCOLOGY LIVE

Portale di Formazione a distanza


Scopri tutti i corsi


UNMET MEDICAL NEEDS
IN IMMUNOTERAPIA NEL NSCLC:
CONDIVISIONE DI ESPERIENZE

1 FEBBRAIO 2021
DALLE ORE 15:00 ALLE ORE 17:30

Le neoplasie toracopolmonari rappresentano a tutt’oggi una delle prime cause di morte per cancro nei paesi occidentali, tra cui l’Italia, soprattutto per quanto riguarda i NSCLC (circa l’80-85% del totale). Tuttavia, nell’ultima decade si sono aperti nuovi scenari terapeutici per que¬sto Gruppo di neoplasie, grazie alla disponibilità di farmaci a bersaglio bio¬molecolare di ultima generazione e degli inibitori di immunocheckpoint che hanno condotto ad un significativo miglioramento degli outcomes clinici sia per quanto concerne la OS che la QoL di questi pazienti. Alla base di tutto questo c’è però una collaborazione sempre più stretta fra le varie figure professionali che si occupano di neoplasie toraco-polmonari (Oncologo, Pneumologo Interventista, Patologo, Radiologo, Medico Nuclea¬re, Chirurgo Toracico, Radioterapista, Biologo Molecolare, ecc.) presupposto indispensabile per arrivare ad una corretta tipizzazione biomolecolare della neoplasia e quindi alla scelta terapeutica più appropriata per il singolo pa¬ziente. Tali scelte peraltro sono in continua evoluzione, parallelamente allo svilup¬po di nuovi farmaci o ai risultati di importanti trials clinici randomizzati. L’organizzazione di quest’evento vuole offrire ai clinici che operano nelle singole strutture ospedaliere un’occasione per analizzare il nuovo scena¬rio terapeutico del NSCLC (con focus specifico sull’immunoterapia), alla luce dei recentissimi dati presentati all’ASCO ed ESMO 2020 e IASLC 2019. L’obiettivo principale di questo Convegno è quello di fornire agli operatori oncopneumologici strumenti utili per ottimizzare la gestione del paziente con neoplasia toracopolmonare.

INTER-CONNESSI NEL
TRATTAMENTO DEL MELANOMA
MELANOMA ADIUVANTE

25 MARZO 2021
DALLE ORE 15:00 ALLE ORE 17:15

L’evento si svolgerà in modalità FAD sincrona e verterà sulla discussione di clinici di real life sull’efficacia e tossicità dei trattamenti utilizzati nella cura del Melanoma in ambito adiuvante. Lo scopo dell’incontro è quello di confrontare le diverse realtà e valutare il più adeguato percorso diagnostico-terapeutico dei pazienti affetti da melanoma nei vari momenti della storia naturale della malattia.

NEOPLASIE TESTA-COLLO
RICORRENTI/METASTATICHE
ESPERIENZE “REAL WORLD” A CONFRONTO

19 APRILE 2021
DALLE ORE 15:00 ALLE ORE 17:30

Le neoplasie cervico-facciali rappresentano ancora oggi una sfida, soprattutto per quanto riguarda il trattamento della malattia ricorrente/metastatica. In questa fase di malattia, i pazienti si presentano spesso sintomatici, con la necessità come primo atto terapeutico di una messa in sicurezza delle vie aereo-digestive. Per questo motivo la presenza di un team multidisciplinare che prende in carico il paziente è spesso fondamentale per una corretta gestione. Negli ultimi anni il panorama terapeutico in questo ambito è nettamente cambiato, con l’avvento dell’immunoterapia che ha cambiato pattern di risposta e outcome. L’evento si pone l’obiettivo di approfondire le recenti acquisizioni in tema di neoplasie squamose del distretto testa-collo in fase ricorrente/metastatica, per una migliore gestione della patologia attraverso il confronto tra esperienza cliniche dedicate.

COMBINING IMMUNOTHERAPY AND RADIOTHERAPY IN ADVANCED NSCLC:
UPDATE AND FUTURE PERSPECTIVES

23 APRILE 2021
DALLE ORE 15:00 ALLE ORE 17:00

L’introduzione di pembrolizumab, in monoterapia o in combinazione con chemioterapia a base di platino, ha radicalmente modificato il trattamento di prima linea nei pazienti affetti da tumore del polmone non a piccole cellule in stadio avanzato non “oncogene-addicted”. Nonostante ciò, rimane necessario elaborare o implementare strategie di trattamento volte ad un maggior controllo locale e a distanza, nell’ottica di aumentare la sopravvivenza dei nostri pazienti. In questo senso, la radioterapia, che rappresenta un trattamento cardine del NSCLC in qualunque stadio di malattia e in particolare fondamentale nel caso di oligoprogressione nei NSCLC con alterazioni molecolari target, ha dimostrato sia in studi preclinici che in studi clinici una funzione immunomodulatrice, avendo effetti sia immunostimolanti sia immunosoppressori. A questo proposito, molti studi hanno evidenziato come la radioterapia sia in grado di interagire con il sistema immunitario, contribuendo in particolare al cosiddetto “abscopal effect”, definito come una risposta a distanza rispetto alla zona irradiata, come dimostrato in pazienti affetti da tumore del polmone trattati con radioterapia ed immunoterapia. Ad oggi, risulta necessario chiarire maggiormente il ruolo della combinazione tra radioterapia e immunoterapia (da sola o associata a trattamento chemioterapico) in particolare in termini di sicurezza ed efficacia, in modo da poter valutare il suo reale impatto sulla pratica clinica.

LA TERAPIA ADIUVANTE NEL PAZIENTE CON MELANOMA: CHE COSA È CAMBIATO
IN QUESTI ANNI

7 MAGGIO 2021
DALLE ORE 14:00 ALLE ORE 17:45

INCONTRO MULTIDISCIPLINARE SUL NSCLC AVANZATO:
IMMUNOTERAPIA IN PRIMA LINEA

26 MAGGIO 2021
DALLE ORE 14:30 ALLE ORE 17:30

LA SFIDA DEL TRATTAMENTO
COMBINATO DEL NSCLC
DALLO STADIO III NON OPERABILE
ALLA MALATTIA AVANZATA

27 MAGGIO 2021
DALLE ORE 14:30 ALLE ORE 17:30

CON LA SPONSORIZZAZIONE NON CONDIZIONANTE DI:
Fad SPONSOR